Scatti di scena

Terza puntata: La rinascita

Domenica 10 febbraio ore 21.30

    » Segnala ad un amico

    Soggetto: Laura Ippoliti
    Sceneggiatura: Laura Ippoliti, Francesco Arlanch, Luisa Cotta Ramosino

    Angela, rientrata a Montorso con il ruolo di Direttore del Conservatorio pro-tempore, butta sul piatto la sfida che aspetta tutti per evitare la chiusura della scuola. Prima iniziativa sarà un grande concerto pubblico nell’auditorium del conservatorio dopo la ristrutturazione.
    Mattia aderisce entusiasta all’iniziativa e si dedica anima e corpo alle sue lezioni, cercando di coinvolgere gli studenti nel progetto del concerto, che lui vorrebbe composto di musica “meticcia”, tanto per ricordare le radici complesse del mondo in cui i suoi ragazzi vivono. Gli studenti sembrano accogliere positivamente la novità, tutti tranne Milvio, un ragazzo pieno di talento ma isolato a causa della situazione di degrado culturale e morale da cui proviene.
    Una provenienza che è come un marchio, e che attira verso di lui gente come Salvatore e Osso, gli scagnozzi di Francesco, che vogliono coinvolgerlo nelle loro attività criminali. La sua storia si intreccia con quella di Bea, figlia del sindaco Davino intelligente ma irrquieta e ribelle, che seguendo il richiamo della musica popolare si avvicina a Sesmo, un ragazzo Rom di grande talento.
    Questa strana amicizia avrà delle conseguenze inaspettate sulla vita di molti e anche su quella del Conservatorio.
    Bianca intanto, pur rifiutando le avances di Marra che vorrebbe usarla contro il nuovo direttore, approfitta del suo rapporto privilegiato con Marina per mettere zizzania tra lei, Angela e Mattia. E trova terreno fertile perché la ragazzina sta già soffrendo per l’assenza di Tano che, tutto preso dalla preparazione di un importante concorso, la trascura già da un po’.
    Al punto che una sera Tano si dimentica addirittura dell’appuntamento con Marina per il loro anniversario, provocando di conseguenza una lite molto seria che lascia sconvolti e distrutti entrambi i ragazzi.
    Anche perché Tano, per la prima volta, intuisce che Francesco potrebbe approfittare della rottura tra lui e la ragazza. Un’eventualità che leva il sonno anche a Sofia, una ragazza bella e sofisticata che studia canto con Marina e che, attratta dal fascino “maledetto” di Francesco, fa di tutto per accedere al titolo di fidanzata ufficiale. Ma con scarsi risultati.
    Nonostante tutto Tano partecipa al concorso a Bari e lo vince, grazie anche a Angela che gli ha insegnato come trasformare in musica il proprio mondo interiore di emozioni.
    Intanto Santopirro, che ha delle mire sul terreno su cui sorge il campo nomadi dove vive da anni la famiglia di Sesmo, decide di usare le maniere forti per intimidirli e manda Francesco e i suoi ragazzi  a dar fuoco al campo. La spedizione, cui partecipa anche Milvio, rischia di degenerare, convincendo Milvio che ha sbagliato ad avvicinarsi a quelle persone.
    L’attacco odioso e vile è l’occasione di un nuovo duro scontro tra Francesco e Tano, che inaspettatamente porta a un riavvicinamento tra lui e Marina. I due ragazzi, finalmente riconciliati, fanno l’amore per la prima volta.
    Intanto Bea ha messo su un gruppo musicale “alternativo” con Sesmo e altri due “emarginati” come loro: Antonia, figlia del maresciallo Bora, e Kemàl, figlio della bidella Bedià, assunta grazie all’intervento di Angela. E alla fine anche Milvio. Anche loro suoneranno al grande concerto la cui data si sta rapidamente avvicinando. Ma Santopirro, che ormai comincia a intravvedere un nesso fra la ventata di novità portata da Angela in Conservatorio e la pericolosa tendenza di alcuni a trasgredire le “sue” regole e a mostrare meno reverenza, passa al contrattacco e ordina di sabotare i lavori di ristrutturazione dell’auditorium. Così Angela, è costretta a chiedere a don Gino di poter trasferire il concerto nella chiesa, come gesto di apertura e messaggio contro il pregiudizio e la violenza.
    Angela e Mattia, sempre più vicini grazie al progetto che condividono, trovano finalmente il coraggio di guardare in faccia i propri sentimenti, anche se, dopo un primo bacio, lei si sottrae, ancora imprigionata da un passato che continua a tormentarla. Il che non serve ad attenuare la rabbia, il dolore e la preoccupazione di  Bianca che, a quel punto, farebbe qualsiasi cosa per vedere Angela tornarsene da dove è venuta. E così decide di unirsi al partito di Marra.
    La sera del concerto, che rischia di andare a monte per i maneggi dell’ex direttore, sono proprio Bea e la sua band ad aprire le danze. I cittadini vedono salire sull’altare, insieme a Bea Milvio e Antonia, uno zingaro e un mussulmano. E dopo un iniziale sgomento, lo spirito di quella musica meticcia riuscirà finalmente nel miracolo di unire tutti, travolti dalla forza e dalla novità che Angela, Mattia e i suoi hanno saputo portare fino a loro.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847